ti emo











siren ph 2

La formazione rock pesarese si presenta con 11 brani caratterizzati da un equilibrato mix di compattezza sonora e melodia.

Genere: rock;

Label: Red Cat Records;

Distribuzione: The Orchard / Audioglobe

Streaming: http://open.spotify.com/album/7vBDy2dbp11bErWGfNCWJF

iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/therow/id926291276

The Row” è il primo album in studio della rock band italiana Siren, pubblicato dalla Red Cat Records, registrato allo Studio Waves di Paolo Rossi (Pesaro) e prodotto, scritto, arrangiato e composto dal gruppo stesso.

““The Row” letteralmente significa la fila, termine che molto bene rappresenta la società moderna dove tutti siamo in fila lungo la corrente comune ad aspettare il nostro turno, che a volte non arriva mai e ci ritroviamo ad aver sprecato la nostra vita in coda….dichiara il quartetto rock pesarese, che poi aggiunge: “l’album vuole essere una piccola provocazione e un timido incitamento ad abbandonare ogni tanto la fila, a sbandare, a essere uomini, quindi sbagliati per definizione.”

I temi musicali all’interno dell’album sono piuttosto eterogenei seppur caratterizzati da un sound energico e per lo più orecchiabile dove trovano spazio vari altri strumenti quali: synth; tastiere; archi (violini, violoncelli); trombe e fisarmoniche il cui ruolo non è assolutamente marginale, ma di supporto o addirittura caratterizzante alcuni brani.

I testi, interamente composti, come le parti musicali, da tutta la band, sono per la maggior parte incentrati sul paradosso, la bilateralità, l’ironia e la brutalità degli eventi universali, accompagnati da una sorta di serena rassegnazione ad essi da un lato e una timida esortazione a reagire, evitando la presunzione di essere maestri di vita, dall’altro, dove spesso la società e il singolo individuo sono, con tutte le loro contraddizioni, protagonisti. Non mancano le introspezioni dove è piuttosto semplice e immediato, per i più, identificarsi. E’, inoltre, spesso lasciata all’ascoltatore la totale libertà di interpretazione o immaginazione del messaggio, rendendo così chiave di lettura del tema lo stato d’animo di chi ascolta.

A proposito del singolo, “Dr. Saint”, di cui è disponibile il videoclip ufficiale su YouTube, che vanta oltre 180.000 views ad un mese e poco più dalla sua pubblicazione: “Dr. Saint è una sorta di personificazione del sistema che osserva e governa la società, con i disastrosi risultati a cui ogni giorno assistiamo e partecipiamo; il tutto è presentato in chiave ironica e non catastrofista, rendendo Dr. Saint un goffo e buffo personaggio, e gli eventi disastrosi che lo accompagnano un frutto della sua incompetenza e del suo comportamento maldestro e non di mera malvagità, che comunque in parte, come per molti esseri umani, ne caratterizza l’essenza.”

Siren – “Dr. Saint” https://www.youtube.com/watch?v=L_STDjyM87s

Tracklist

01 Swan’s Tale
02 Dr. Saint
03 Mission
04 Lonely Dance
05 Track ’92
06 Love Is Gone
07 Wave
08 Roger Sabbath
09 Carpet
10 Spit
11 Falling Down

I Siren sono:

Samuel Frondero: Lead Vocals, Guitar
Jack Nardini: Lead Guitar, Vocals
Marcus Kawaka: Bass, Vocals, Synth
Mark “Spud” Mckenzie: Drums

Bio

I Siren sono una rock band italiana (PESARO), formata nel Gennaio 2013 da un idea di Jack Nardini (chitarra solista, cori). La band é composta da Marcus Kawaka (basso, seconda voce, synth), Mark “Spud” McKenzie (batteria, percussioni), con i quali ha frequentato le scuole superiori e Samuel Frondero (cantante, chitarra) amico d’ infanzia, insieme, in occasioni e tempi diversi, avevano già collaborato a vari progetti musicali. Dopo circa un anno di lavoro, nel Marzo 2014, termina la registrazione del loro primo album “The Row”(registrato nello studio Waves di Paolo Rossi a Pesaro) un album di 11 brani interamente pensato, scritto, arrangiato e composto dalla band. Nell’ Agosto 2014 i Siren firmano il loro primo contratto discografico con la Red Cat Records. Il 27 Ottobre 2014 esce il loro primo album distribuito da “Audioglobe” e “The Orchard”. Hanno partecipato alla registrazione del disco in studio musicisti professionisti: Federico Pulisca- Trombe Jacopo Mariotti – Violoncello Susy Riminucci – Violino Luca Petroni dei Nudi Sotto la Pioggia- Fisarmonica Zeinab Mbarek degli Atlas- Voce intro Donatello Angelini dei M.I.C. è Dr Saint nel video. I Siren sono attualmente impegnati in vari live e nell’organizzazione di una tournée europea.

Next Gigs

12-03-2015 Legend (MI) per Emergenza Festival

13-03-2015 El Barrio (TO) per Emergenza Festival

20-03-2015 Rockerilla (ME)

21-03-2015 MusicLab, Valguarnera (EN)

22-03-2015 Pecora Nera (RG)

26-03-2015 Magazzini Sonori (CT)

27-03-2015 Borderline (PA)

29-03-2015 Fabbrica 102 (PA)

Rassegna Stampa

Un disco pieno di idee che sanno di fresco, con una vena pop ben bilanciata che contribuisce a dare slancio ai riffs catchy che caratterizzano alcune delle tracce dell’album….STEREO INVADERS

il platter si evolve lungo i canoni del rock alternativo, non disdegnando un approccio commerciale al genere, reso ricco di energia e di uno stile sempre catchy e orecchiabile… ROCKMETAL ESSENCE

Sono questi alcuni degli undici momenti totali che pompano adrenalina e sana allegria. Rock, ovviamente…METALHEAD

Il disco d’esordio dei Siren (“The Row”, distribuito da Audioglobe e The Orchard) è un colpo al cuore ben assestato… C’è VITA SU MARTE

un giusto mix di melodia, energia, trasporto e originalità… ITALIA DI METALLO

I Siren sono la promessa del futuro del rock italiano, quello tosto … ALONE MUSIC

La Fantasia abbellisce gli oggetti rendendoli gradevoli e spesso artistici… MUSIC ON TNT

un risultato di ammirabile compattezza ed originalità, dotato di un suono di alta qualità… ROCKSHOCK

Un equilibrio tra dinamiche opposte che riesce veramente a pochi… METALLIZED

La qualità più importante in possesso dei Nostri è proprio la capacità di comporre brani… ARISTOCRAZIA

Foto

https://db.tt/KTcbxVGF

https://db.tt/tzrsCQuz

https://db.tt/mSCiPueR

https://db.tt/4aLUq1OF

Contatti

https://www.facebook.com/pages/SIREN/725372717482826

www.youtube.com/channel/UCweAMWdJgRS1X5QaQvspfNg

www.siren.rocks

Press Media Office

www.blobagency.com

www.facebook.com/blobagency

Frank Lavorino 339 6038451

Annunci


DoctorKrapula2+manu chao

Avevano promesso che “il ruggito del giaguaro avrebbe risuonato forte” e infatti, dopo la eco suscitata a novembre dalle due nominations ai Latin Grammy, con il disco AMA-ZONAS i 5 componenti di DOCTOR KRAPULA hanno messo in cantiere per il 2015 una serie di eventi che già si preannunciano memorabili.

Per dare maggior forza alla loro voce di protesta in difesa del ‘polmone’ del pianeta, la band ha chiamato a sé il personaggio più mediatico del Colectivo Jaguar (nome sotto il quale sono raccolti altri 25 artisti, che insieme a Dr. K. hanno firmato il disco), il guru delle cause sociali: MANU CHAO.

Con ‘Manu’, la band realizzerà a marzo/aprile un tour in Colombia le cui date per ora certe sono:

– 5 marzo, Barranquilla

– 7 marzo, Leticia

– 11 marzo, Medellin

– 15 marzo, Bogotà.

– 11/12 aprile, Bogotà – 4° FESTIVAL VIVA EL PLANETA (18 ore di musica, molti artisti invitati)

Doctor Krapula + Colectivo Jaguar – AmaZonas (video ufficiale)

https://www.youtube.com/watch?v=-VQqlDi2hAU&feature=youtu.be

La data simbolicamente più significativa sarà quella di Leticia, località dell’Amazzonia, dove si concentrerà maggiormente l’attenzione dei media per l’unicità dell’evento che vedrà protagonisti altri artisti i cui nomi non sono stati ancora rivelati. Il concerto di Leticia farà inoltre parte di un documentario che il regista colombo-tedesco Christian Schmid Rincon girerà in territorio amazzonico per Fundacion Terra Nova, l’associazione che ha lanciato il progetto Ama-Zonas (www.ama-zonas.net)

Foto

Doctor Krapula e Manu Chao https://db.tt/7OCQUSru

locandina evento 7 marzo https://db.tt/XZESdCvl

locandina evento 15 marzo https://db.tt/crLGlcoX

Colectivo Jaguar https://db.tt/xyNaGfI3

Doctor Krapula https://db.tt/VPkTHj8U

Contatti

www.doctorkrapula.net

https://www.facebook.com/doctorkrapula

https://twitter.com/DoctorKrapula

Press Media Office

www.blobagency.com

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 339 6038451



pcp piano che piove

Canzoni di tracce, figure, codici, luoghi. Canzoni di permanenze e di integrazioni. Canzoni leggere, d’istinto e di pensiero. Canzoni per celebrare il qui e ora, l’esistenza e la socialità. Canzoni di soprattutto e di sottofondo.

Genere: canzone d’autore/jazz; Label: autoproduzione

Streaming: https://play.spotify.com/album/0N5pdACyoXh3luRfY9dJ7Y?play=true&utm_source=open.spotify.com&utm_medium=open&play=true

iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/in-viaggio-con-alice/id935785385

É uscito In Viaggio con Alice, il primo disco dei P.C.P (Piano Che Piove), un album composto da 9 brani in stile canzone d’autore con alcune influenze jazz. Si tratta di un disco acustico, registrato “quasi live”, senza l’ausilio di suoni campionati. La scelta di una produzione di questo tipo rispecchia sia il desiderio di lasciare ai testi e alle sonorità essenziali il compito di trasmettere emozioni, sia quello di evitare di creare atmosfere difficilmente riproducibili dal vivo.

Nelle canzoni c’è molta attenzione ai testi, che, pur trattando diversi argomenti, sono generalmente orientati a cogliere sensazioni, a restituire l’idea di un’emozione, a volte di un’immagine fotografica. Nel lavoro ci sono influenze che rispecchiano la diversa provenienza artistica dei componenti della band ma una linea comune è sicuramente rintracciabile a livello compositivo e fa riferimento ad alcuni tratti tipici di quella canzone d’autore, italiana e americana, che non aspira ai grandi temi del mondo ma fotografa i frammenti della quotidianità urbana sul cui sfondo si snodano le nostre vite. Una della canzoni, ovvero Come Si Fa, ha già avuto una sua storia: è stata infatti incisa dall’artista milanese Amélie in un album che porta il suo nome.

A proposito del singolo scelto invece, Le Ore Contate, il gruppo lo descrive così: “Dietro ogni incontro, anche il più veloce e apparentemente senza significato e senza futuro, c’è il bisogno di confrontarsi, di raccontarsi, di avere un contatto, di sognare qualcosa che ancora non c’è.”

Le Ore Contate: https://soundcloud.com/piano-chepiove/05-le-ore-contate

P.C.P. è un progetto di musica indipendente, fatto da musicisti che, più o meno, per cultura o per casino hanno passato una fetta consistente della propria vita suonando per le orecchie degli altri.

Abbiamo fatto le scuole di musica, abbiamo suonato in posti possibili e impossibili, in Italia e fuori, pagati e non pagati. Abbiamo fatto il rock, il country, qualche spolverata di jazz, fra assessori in abito scuro e osti con le patacche. Oggi abbiamo un progetto nostro, un’identità acustica, coltiviamo il gusto della sintesi e delle armonie leggere. Il nostro obiettivo è portare le canzoni ovunque, i nostri destinatari sono tutti quelli che, almeno una volta, si sono emozionati per una musica, un testo, una memoria associata a questo o a quello.

Il disco è in vendita sulle comuni piattaforme di distribuzione digitale e sarà disponibile in occasione dei concerti.

Tracklist

Metà marzo

Il cartografo

In viaggio con Alice

Come si fa

Le ore contate

Autunno

Oceano in bianco e nero

Milano Roma

I treni in settembre

Bio

Piano Che Piove è uno scherzo, un gioco di parole, un invito alla calma, ed è una band composta da Sabrina Botti alla voce, Mauro Lauro e Ruggero Marazzi alle chitarre acustiche e classiche, Massimiliano Ghirardelli al contrabbasso. Il disco è stato registrato con la partecipazione di Giuseppe Mele alla batteria. L’idea che dà origine alla band è quella del laboratorio creativo, uno spazio dove formazioni e sensibilità diverse si armonizzano su idee di canzoni. Testi e musiche sono di Ruggero Marazzi, le sfumature bossa e buona parte delle costruzioni armoniche sono di Mauro Lauro, idee di arrangiamento e strutture ritmiche sono di Massimiliano Ghirardelli, tutte le scelte interpretative sono di Sabrina Botti. Sia la band in questa formazione che i singoli componenti all’interno di altri contesti hanno una lunga esperienza live, consumata prevalentemente nel circuito milanese delle cover band (a parte Mauro Lauro, che per qualche anno si è divertito a suonare latin jazz ad Amsterdam).

Foto

https://db.tt/K9kX8Si5

https://db.tt/fWbZF8ND

https://db.tt/rTX9wuZy

https://db.tt/FBDme8XD

Contatti

www.facebook.com/pianochepiove

pcppianochepiove.bandcamp.com

https://soundcloud.com/piano-chepiove

http://www.pianochepiove.it

Press Media Office

http://www.blobagency.com

http://www.facebook.com/blobagency

Frank Lavorino 339 6038451



et cetera
dagolou

This WordPress.com site is the bee's knees

Rock the Shop

stomping...pumping...grinding...thumping..

My Trephine

Locked Lips Also Sink Ships

La Giornalista Scalza

A great WordPress.com site

1 Song 1 Show

a singular show inspired by a solitary song

I(r)Radiati

Con una erre o due?

Daniele Salomone

Archivio online

INDIEgestione

una scorpacciata di indie

Nudespoonseuphoria's Blog

100 cover versions and a kitchen sink drama

Wunderbar - Siena

"L'uomo prima è meravigliato, poi si muove." (F. Hadjadj)

Newtopia

Free Music for Free People

« A MEGGHIU PAROLA E' CHIDDA CA ◙ SI RICI » || di Gabriele Ener.

Ciò che non siamo in grado di cambiare, dobbiamo provare a descriverlo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: